Istituto Tecnico settore Economico indirizzo Turistico
Titolo di Studio :
DIPLOMA DI Perito Tecnico per il Turismo
Piano di studi:
Il percorso di studi quinquennale è impostato su due cicli di studio. Il primo è un biennio di base in cui viene fornita sia una formazione generale, comune a tutti gli istituti superiori, che una formazione più specificatamente economica, propedeutica all’approfondimento d’indirizzo (turismo), riservato al triennio successivo.
Il secondo ciclo di studi (triennale) focalizza l’offerta formativa su un ambito turistico–aziendale, che vede come centro d’indagine l’operatore e l’azienda turistica in tutte le sue declinazioni. Lo studio del settore turistico viene sempre inquadrato in un sistema economico e giuridico più vasto, nazionale ed internazionale, ed affrontato anche con l’uso integrato delle nuove tecnologie e con forme comunicative che prevedono l’utilizzo intensivo delle lingue straniere.
Percorso formativo:
Gli strumenti che l’indirizzo "Turismo" ha attivato per il conseguimento di tali obiettivi si possono così sintetizzare: didattica modulare e per competenze, uso dei laboratori linguistici ed informatici, esperienze di soggiorno/studio all’estero, stage professionali.
La solida base culturale, le sicure competenze linguistiche e comunicative (è previsto l’apprendimento di tre lingue straniere), la buona preparazione economico-aziendale, giuridica, ed informatica, consentiranno al diplomato sia un’agevole prosecuzione degli studi (corsi post diploma e facoltà universitarie, in particolare linguistiche e dell’area economico-giuridica) che un proficuo inserimento nel mondo del lavoro.
Profilo dello studente in uscita dal Istituto Tecnico settore Turistico:
Al termine del corso l'allievo/a sarà in grado di:
·         comunicare efficacemente in tre lingue comunitarie;
·         definire, attuare e controllare un piano di marketing rivolto ad aziende del settore turistico;
·         progettare ed organizzare campagne pubblicitarie per valorizzare un territorio e promuovere servizi turistici;
·         pianificare, rilevare e controllare la gestione di una impresa in particolare del settore turistico;
·         promuovere il turismo integrato avvalendosi delle tecniche di comunicazione multimediale;
·         intervenire nella gestione aziendale per gli aspetti organizzativi, amministrativi, contabili e commerciali;
·         intervenire nella valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio culturale, artistico, artigianale, enogastronomico, paesaggistico ed ambientale;
·         collaborare a definire con i soggetti pubblici e privati l’immagine turistica del territorio e i piani di qualificazione per lo sviluppo dell’offerta integrata
·         individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica, fiscale con particolare riferimento a quella del settore turistico.
Spendibilità del titolo di studio :
Il diplomato potrà iscriversi a qualsiasi facoltà universitaria. Corsi di laurea suggeriti come particolarmente idonei sono quelli relativi a:
·         Lingue e culture straniere
·         Economia e Commercio
·         Giurisprudenza
·         Storia dell'Arte e Conservazione dei Beni Culturali
·         Scienze della Comunicazione
·         Turismo
Il diploma consente di inserirsi nei seguenti ambiti lavorativi:
·         imprese alberghiere
·         imprese turistiche
·         Enti pubblici (consolati, camere di commercio)
·         Enti privati (enti fieristici, trasporti, assicurazioni, credito,arte)
·         aziende pubblicitarie
Quadro orario