Fuoriclasse!


 

Il sito dell’I.S.I.S. “Elena di Savoia” presenta ai suoi utenti la nuova rubrica “Fuoriclasse”.

In questo spazio i nostri ragazzi avranno l’opportunità di pubblicare i loro lavori: relazioni e recensioni di film, temi di letteratura e articoli di attualità, resoconti di viaggio e piccole ricerche. I docenti che aderiscono all’iniziativa avranno cura di selezionare periodicamente le prove più brillanti prodotte dai loro alunni e di collocarle in questa rubrica…auguriamo a tutti buona lettura!

 

L’alunna Roberta Giugliano della VA act ha sviluppato, nella tipologia del saggio breve, un argomento di bruciante attualità: “I giovani e la crisi”. Il titolo dell’elaborato, nel quale le opinioni personali sono supportate da un corretto uso del dossier, è “Vivere o sopravvivere?” (scarica elaborato)


Giuseppe Stanzioneun alunno della IVC (indirizzo enogastronomico), ha scritto un testo, breve ma efficace, su un argomento che negli ultimi anni non cessa di suscitare discussioni e polemiche: “Comunicare le emozioni nell’era di Internet”. La traccia è quella data all’esame di maturità nel 2008, tipologia D. (scarica l'elaborato)


Questo tema appartiene a Gianmarco Balbi, un alunno della IV C, indirizzo enogastronomico, che ha affrontato una traccia (solo in apparenza facile) proposta nel 2010 all’esame di Stato per la tipologia D. Con un linguaggio semplice e fresco, Gianmarco (che suona la chitarra) riesce a comunicarci la sua forte passione per la musica, intesa anche come ricerca di autenticità e libertà. (scarica elaborato)


Un’alunna dell’indirizzo alberghiero Concetta La Ragione, III C EOA ha ricostruito in modo efficace e puntuale, in un elaborato svolto in classe, fatti e personaggi del film Bianca come il latte, rossa come il sangue, tratto dal romanzo omonimo di Alessandro D’Avenia. Questo film, incentrato su tematiche delicate e vicine al mondo adolescenziale, ha suscitato nei nostri studenti forti emozioni (come pure gli altri tre visti nell’ambito del progetto “Moby Dick”). (scarica elaborato)


Un’alunna dell’indirizzo turistico, Windya Halgamuwhahewage, I B, ha affrontato la non facile costruzione di un testo narrativo cercando di applicare parte delle regole e mettendo in campo tutta la sua particolare fantasia. Il lavoro del flashback e dell’uso del discorso diretto è notevole, vista la sua età anagrafica, così come la tematica toccata. (scarica elaborato)


Esiste la felicità? È un'emozione passeggera o un sentimento che dura nel tempo?…” Erika Costa, un’alunna della III C (indirizzo enogastronomico), ha provato a rispondere a questa domanda, ricca di implicazioni filosofiche, con la semplicità e la freschezza dei suoi 16 anni. Il tema di Erika ci ha colpito non solo per la spontaneità e fluidità della scrittura, ma per la fiducia in alcuni valori positivi (l’amicizia, gli affetti familiari, il senso del dovere, la responsabilità individuale), troppo spesso trascurati dai ragazzi e, ahimè, dagli adulti. (scarica elaborato)